Frammenti ritrovati, di Donato Romito
7 gennaio 2020

Frammenti ritrovati, di Donato Romito
7 gennaio 2020

Presentazione Libro e CD

CD “Sounds fragments and Tango Stories”
con Pietro Laera, Giacomo Desiante, Daniela Carabellese, Maria Serena Salvemini e Donato Romito.

AncheCinema –  Bari
martedì 7 gennaio 2020 – ore 19.30


INGRESSO GRATUITO

Il libro nasce dal ritrovamento di una vecchia busta ingiallita contenente righe giovanili scritte da Donato Romito su semplici foglietti scolastici nell’arco di circa dieci anni (1970 – 1980).  Questi “frammenti” rappresentano gli attimi vissuti da una qualsiasi persona in un’età evolutiva e segnano gli stati d’animo che l’autore ha percepito nel corso di quegli anni.  Egli stesso li ha definiti “frammenti” e non “poesie”, seppure in tal veste scritti, perché non presumono di assurgere all’Arte Letteraria, ma possono rappresentare efficacemente una lettura intrigante ed al tempo stesso riflessiva sui sentimenti umani.  Recuperarli e riproporli in chiave “libro” è stato un momento, abbinarlo ad un percorso musicale uno step successivo per dare più completezza a quelle parole con la Musica. 

Ed ecco realizzato il CD allegato, con la presenza di valenti Musicisti quali il virtuoso Pianista Pietro Laera, l’eclettico Fisarmonicista Giacomo Desiante, la classica Violinista Daniela Carabellese e l’astro nascente Maria Serena Salvemini, talentuosa Violinista che a soli quattordici anni ha bruciato tutte le tappe che conducono ad essere una Grande Musicista. Eseguiranno brani che spazieranno dal romanticismo al tango, rispondenti alla tensione emotiva generata dal libro stesso.
Per finire lo stesso autore del libro, Donato Romito, si esibirà al Pianoforte in un brano di Luigi Tenco, cantautore che forse più di tutti si accosta con parole e musica a quei “frammenti”. 
Condurrà la serata e reciterà alcuni brani Rocco Capri Chiumarulo, acclarato attore barese. 

L’Associazione Nel Gioco del Jazz è produttrice del Libro, mentre la Casa Discografica Dodicilune ha provveduto alla stampa e diffusione del progetto musicale in CD.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *